UA-107692586-1
27 Ottobre 2020

Under 16 recuperata solo nel finale dalla Viscontini

La partita di cartello del campionato under 16 ha rispecchiato in campo tutti i valori tecnici ed organizzativi delle squadre migliori del girone G, due squadre che meriterebbero il confronto in un campionato regionale, terminerà 1-1 con il pareggio della Viscontini ottenuto nei minuti finali-
Sono gli ospiti i primi a provare la conclusione dopo 3 minuti con un sinistro dell’esterno appena dentro l’area di rigore sul quale Martini risponde con una respinta di pugni.

La squadra di mister Palatella si riassetta e guadagna campo andando al tiro all’8’ con Piano, un destro dalla lunetta fermato in due tempi dal portiere ospite.
Sono bastati 14’ per infilare la retroguardia della Viscontini, il vantaggio lo realizziamo sfruttando una punizione calciata dalla trequarti, Sforzi la rimette sul secondo palo dove bomber Alario è pronto al tap-in decisivo.
Ancora Alario potrebbe firmare poco dopo il raddoppio dopo lo scambio con Piano che lo ha messo davanti al portiere, bravo a bloccare il destro del nostro attaccante.
L’Assago controlla bene la gara e prova con conclusioni dalla distanza mentre la Viscontini ha un solo spunto al 33’ sull’azione insistita del 10 che si incunea in area di rigore e tenta l’incrocio sul secondo palo mandando a lato di pochissimo.


La ripresa è meno vivace dei primi 40', e per vedere una prima occasione si dovrà aspettare 14 minuti quando Papa fa partire una palla tesa dalla destra che Vagliani, appena entrato in campo in sostituzione di Piano, non raggiunge per un soffio.

Al 24’ torniamo pericolosi con una rapida ripartenza portata avanti da Vagliani e conclusa da Calia, il portiere della Viscontini respinge e sfuma l’opportunità del raddoppio.

Minuto dopo minuto la Viscontini prende campo, ma si rende pericolosa solo con spioventi in area di rigore che portano a mischie che mettono qualche apprensione, e proprio da uno di questi spioventi arriva il pari ospite a un minuto dalla fine dei tempi regolamentari, la capolista sfrutta un rimpallo dopo il primo tocco di Martini che aveva provato ad allontanare il pallone.


Sfuma l'occasione di accorciare in classifica, ma non si sfumano gli applausi ad una squadra che non conosce sconfitta dallo scorso 24 ottobre.



Fonte: Antonio Cucci (Ufficio Stampa)

Realizzazione siti web www.sitoper.it