25 Maggio 2024

Coppa amara: usciamo agli ottavi

Due tiri in porta, due gol il La Spezia, sette tiri in porta con almeno 3 grosse occasioni e nessun gol: la riassumiamo cosi la sconfitta che ci fa lasciare la coppa Italia con molti rimpianti.

Partita in salita perchè dopo soli 8 minuti il La Spezia trova il gol del vantaggio: perdiamo palla in uscita sulla destra, Luongo mette in mezzo per Boeron libero a centro area, diagonale con l'interno sinistro e palla nel sette.
Subito dopo ospiti pericolosi con un corner, con Luongo che sul primo palo anticipa tutti mandando però a lato; da qui in poi sarà monologo con la squadra di via Famagosta ben coperta e noi a cercare spazi provando a sfruttare anche tiri dalla distanza come quello di Monteverde al 30' che si spegne sul fondo.
Più incisivi al 33' a conclusione di una bella azione che si sviluppa sulla destra con Di Jenno che scambia con Schiavoni, palla in area per l'anticipo di Iacuaniello che manda a lato, ma l'occasione migliore è quella capitata a Di Jenno al 44' quando viene messo davanti al portiere da Iacuaniello, ma il sinistro del nostro esterno finisce addosso al portiere e sfuma una grande opportunità.

Nella ripresa ripartiamo con gli stessi 11 e abbiamo subito una buona palla con Tosoni che sulla destra in area di rigore prova il piattone ma viene fermato dal portiere ospite. Il La Spezia si rintana in difesa e cerchiamo la via del gol con la palla ferma: la punizione di Di Jenno trova la testa di Iacuaniello ma la conclusione termina alta sopra la traversa. Ci prova anche Petricciuolo con una gran botta dalla distanza, una deviazione della difesa evita problemi al portiere, ma serve un guizzo e lo trova Tosoni quando in area recupera palla sul portiere che a quel punto è costretto al fallo: calcio di rigore e Iacuaniello ci porta in parità, ma esattamente come domenica dopo il pari la gioia dura pochissimo perchè complice un fuorigioco non sanzionato al La Spezia, arriva una palla lunga con lo sfortunato intervento di Bonicelli che perde la sfera, ne approfitta Grimaldi che pure in posizione defilata riesce a insaccare per il 2-1 degli ospiti.

Non demordiamo e ci proviamo fino alla fine: ci prova Schiavoni all'82 con un diagonale (a lato) poi due ultime grandi palle gol in pieno recupero, la prima con Lasi che forse attende troppo prima di concludere da buona posizione, e sul corner che ne segue Bandini impegna il portiere prima del triplice fischio finale.

ASSAGO - LA SPEZIA: 1-2
Marcatori: 8' Boeron(L) 70' su rig. Iacuaniello(A) 73' Grimaldi(L)

ASSAGO: Bonicelli, Bandini, Di Jenno, Mangiarotti, Falsini, Petricciuolo(36'st Battaglia), Scotti(8'st Gencarelli), Schiavoni, Tosoni(41'st Lasi), Monteverde, Iacuaniello.
A disp.: D'Andrea, De Pasquale, Mari, Teta, Castagna, Mancin
All. Abbate

LA SPEZIA: Festinese, Sciascia(44'st Buono), Aramini, Torrisi, Mura, Venesia, Grimaldi(30'st Camalle), Caon, Maugeri, Luongo(22'st Zappettini), Boeron(30'st Martinelli)
A disp.: Diadema, Romano, Perfetti, Lana, Vieri
All. Saccaggi

Arbitro: Ghalim di Saronno

Note: ammoniti Festinese, Grimaldi(L) Petricciuolo(A)
Tiri in porta 7-2 Assago
Tiri totali 12-3 Assago
Corner 5-2 Assago


Fonte: Antonio Cucci

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie