15 Agosto 2022

Focus sul campionato con mister Gallanti

Con mister Gallanti ci si era riproposti di fare il punto alla fine del girone d'andata, e anche se formalmente manca ancora il recupero contro la Viscontea Pavese, analizziamo la situazione gialloblu in campionato dove siamo terzi (potenzialmente secondi): siamo in linea con le nostre possibilità, con le nostre qualità?
“La nostra è una squadra sulla quale stiamo lavorando da un paio d’anni pur considerando le sospensioni degli ultimi due campionati, e quindi sì, ritengo siamo in linea con le aspettative. Abbiamo anche avuto infortuni ma fortunatamente non hanno inciso più di tanto sull’andamento generale della squadra, le potenzialità per fare ancora di più ci sono ma ad oggi la posizione che occupiamo in classifica ce la siamo meritata”.

Negli scontri diretti tra le prime 4, due sconfitte e un pari a Binasco: che partite sono state?
“Risultati a parte non penso che abbiamo fatto male in queste partite; il Magenta ha fatto un eurogol e poi l’ha chiusa solo negli ultimi minuti, con il Robbio siamo stati ingenui nel finale dopo aver sbagliato tanto e col Binasco ci siamo trovati di fronte un ottimo portiere che non ci ha permesso di monetizzare l’uomo in più”.

C’è margine per fare meglio nel ritorno?
“C’è ancora tempo per migliorare e per trovare quel qualcosa che ci faccia fare il salto di qualità. Per riuscirci dovremo aggiustare alcuni aspetti, lavorare sui dettagli che ci hanno fatto perdere alcuni punti o che in ogni caso ci hanno messo in difficoltà in gare poi vinte, vedi Vighignolo o Locate”.

Iacuaniello capocannoniere, te l'aspettavi questa esplosione?
"Mi aspettavo un grande campionato per Iacuaniello, non mi aspettavo potesse diventare capocannoniere oltretutto con una media gol/partita così elevata. E' un ragazzo dalle grandi qualità, con grandi doti realizzative, merita questi risultati e questi riconoscimenti perchè ha sempre dimostrato un forte spirito di sacrificio e tanta serietà in campo e in allenamento".

Giusto posticipare il girone di ritorno?
"Assolutamente sì, la situazione covid la vediamo tutti ma colgo l'occasione per esprimere un mio pensiero che va oltre la stretta attualità: una pausa invernale più lunga sarebbe auspicabile indipendentemente dal contesto covid, una ripresa troppo anticipata porta a tempi stretti per il recupero atletico, e si va incontro a infortuni. Forse meglio pensare a iniziare più tardi e semmai recuperare con un paio di turni infrasettimanali nei periodi meno freddi come marzo o aprile".


Fonte: Antonio Cucci (Ufficio Stampa)

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie