23 Giugno 2024

Promozione:arriva il secondo stop consecutivo

Arriva il primo stop casalingo del 2024, che segue quello di settimana scorsa a Vistarino: non un buon momento in termini di risultati ma oggi è oggettivo non riversare responsabilità sul reparto offensivo che in questa occasione si è trovata di fronte un portiere nella sua giornata di grazia, qualche disattenzione difensiva di troppo (cosa inusuale) invece è da rimarcare come in occasione del secondo gol, o del rigore causato che ha messo la partita in pendenza complicata.

IL PRIMO TEMPO
Squadre a viso aperto senza troppi tatticismi sin dai primi minuti: al 3' Pravettoni subito decisivo sul mancino al volo di Iacuaniello e ancora di più decisivo all'8' sul cross di Di Jenno che trova il tocco sottoporta in anticipo di Battaglia fermato d'istinto dal portiere ospite.
Più pratico il Rozzano che trova il gol al 14' con il diagonale di Lopane sul quale non può arrivare Gambazza, tornato oggi tra i pali dopo 3 settimane di stop.
Il pareggio immediato fa ben sperare, lo ottiene Di Jenno che recupera palla sulla linea laterale e in area di rigore realizza con un diagonale rasoterra sul palo più lontano; sulle ali dell'entusiasmo sfioriamo immediatamente il raddoppio con un colpo di testa di Iacuaniello e qui Pravettoni compie un miracolo alzando in qualche modo la palla che poi tocca la traversa.
Di Jenno cerca la doppietta con una punizione al 28', tanto bella quanto bella la risposta di Pravettoni a respingere nell'angolo alto più lontano; ancora Assago al 37' con una bella azione manovrata terminata con la palla di Iacuaniello a Schiavoni che controllo e calcia di destro, questa volta Pravettoni era superato ma la palla si spegne di pochissimo sul fondo.

IL SECONDO TEMPO
I minuti iniziali della ripresa sono spesso i più importanti e con estremo cinismo il Rozzano fa sua la partita trovando il raddoppio al 48' con un colpo di testa di Caria, colpevolmente lasciato libero di colpire sul corner e con il rigore del 3-1 firmato Husi.
Tra il 53' ed il 61' tre rossi al Rozzano: De Angelis per gesto scorretto nelle fasi concitate prima del rigore, mister Fraccascia per proteste e Esmail per doppia ammonizione: con il Rozzano in 9, le mosse di Abbate che inserisce D'Angelo e Lasi per un tutti avanti che produce conclusioni su conclusioni ma manca sempre quella spinta in più. Andiamo vicini al gol con Di Jenno e con Schiavoni ma Pravettoni è sempre attento e ferma le nostre opportunità.
Il forcing finale ci porta ad altre occasioni (se ne conteranno ben 19 a fine gara) ma il risultato non cambierà.

ASSAGO - ROZZANO: 1-3
Marcatori: 14' Lopane(R) 19' Di Jenno(A) 48' Caria(R) 54' rig. Husi(R)

ASSAGO: Gambazza, Bandini, Di Jenno, Mangiarotti(18'st Lasi), Brignola, Petricciuolo, Battaglia(25'st Grisorio), Lombardo(18'st D'Angelo), El Fadile(31' De Andreis), Schiavoni, Iacuaniello
A disp.: Bonicelli, De Pasquale, Mari, Gencarelli
All. Abbate

ROZZANO: Pravettoni, Esmail, Lopane, Ravarini, Caria, Fronda, Ferri, De Angelis, Husi(30'st Dorati), Arioli(26'st Inzerauto), Metastasio
A disp.: Andreoni, Lorenzetti, Codarri, Getti, Costa, Villa, Yte Aiverson
All. Fraccascia

Arbitro: Secci di Gallarate

Note: espulsi De Angelis al 53', Esmail al 63', Fronda nel dopogara(R) mister Fraccascia(R)
Ammoniti: Di Jenno, Lombardo(A) Esmail, Fronda, Pravettoni, Caria(R)

Tiri in porta: 10-2 Assago
Tiri totali: 19-7 Assago
Occasioni importanti: 5-1 Assago
Corner: 4-3 Rozzano



Fonte: Antonio Cucci

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie