22 Giugno 2024

Un pari a Sedriano: usciamo così dai playoff

La delusione (non rabbia) negli occhi dei giocatori, l'abbraccio a fine gara con il numeroso pubblico giunto da Assago: usciamo dalla corsa all'Eccellenza senza sconfitta, il pareggio qualifica il Sedriano in virtù della miglior posizione maturata in classifica nelle 30 giornate di campionato.
Cornice di pubblico da grande occasione, si stimano oltre 500 persone presenti a questo appuntamento, un pubblico fantastico da entrambe le parti che tra cori e applausi ha spronato le squadre a dare il meglio di sè.
La gara si è rivelata piacevole sin dalle prime battute, aperta ad ogni risultato per le qualità dei gruppi e dei singoli: la prima buona opportunità dell'incontro arriva al 13' sul piattone di Iacuaniello, una conclusione limpida a botta sicura ma il centrale ha scelto bene il tempo per intervenire e respingere.
Ancora Iacuaniello al 25' sul traversone di Bandini dalla trequarti, coraggiosa la conclusione al volo a incrociare ma la palla termina a lato; poco dopo è il Sedriano ad avere la palla gol con Villani che fa tutto bene liberandosi in area di rigore ma la conclusione è debole e Gambazza può raccogliere senza problemi.

Pericolosa una ripartenza dei padroni di casa al 40' con l'avanzata di De Dona che viene servito in area, il diagonale destro è fortunatamente alto: si va negli spogliatoi sul risultato di parità.

Il caldo in campo si sente ma le squadre non si risparmiano, cerchiamo il gol sfruttando una palla inattiva con Di Jenno dai 22 metri ma la sua punizione non è troppo angolata e Frattini può bloccare.
La sensazione della ripresa è che ne abbiamo di più noi, è chiaro che a 30 dalla fine il Sedriano faccia i conti con il vantaggio di passare il turno anche pareggiando e arretra il baricentro cercando occasioni in ripartenza o sfruttando errati disimpegni come quello di Lanati al 64' che permette a Mereto di arrivare davanti a Gambazza ma la conclusione dell'attaccante Sedriano è pessima e resta un nulla di fatto.
Ci proviamo con Iacuaniello e Di Jenno con due botte dal limite che non trovano il sette, stessa sorte con Petricciuolo al minuto 87 sullo scarico di Lasi: siamo chiaramente sbilanciati per cercare il gol qualificazione e questo permette al Sedriano di avere due grosse opportunità sui ribaltamenti di fronte ma prima Moussafir e poi Fulciniti sono imprecisi e mancano l'appuntamento con il gol.
Il triplice fischio finale con la squadra che va sotto la tribuna a ringraziare il pubblico è quello che ci rimane insieme ad un amaro in bocca da smaltire guardando al futuro.

SEDRIANO - ASSAGO: 0-0

SEDRIANO: Frattini, De Dona, Tomassone(28'st Ornaghi), De Grandi, Tinelli, Bandini, Rossi, Moscatelli(39'st Moussafir), Fulciniti, Mereto(37'st Garavaglia), Villani
A disp.: Armondi, Grassi, Bandera, Italia, Ruberto, Calò
All. Robecchi

ASSAGO: Gambazza, Bandini(24'st Mangiarotti), Di Jenno(44'st Scotti), Lanati, Brignola, Petricciuolo, Mari(24'st Gencarelli), Battaglia, Lasi, Schiavoni, Iacuaniello
A disp.: Bonicelli, D'Angelo, De Pasquale, Lombardo, Mancin, El Fadile
All. Abbate

Arbitro: Ghanim di Saronno

Note: ammoniti Gambazza(A) Bandini, Villani(S)
Tiri in porta 4-2 Assago
Tiri totali 11-9 Assago
Corner 6-4 Sedriano





Fonte: Antonio Cucci

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie