06 Febbraio 2023

Simone Bandini MVP gialloblu: "Dedico il premio a mio papà e a Giulio Sorrenti"

Si è concluso il campionato di Promozione ed in attesa di disputare il playoff contro il Binasco si è conclusa anche l'iniziativa partita quest'anno per stabilire il miglior giocatore gialloblu della stagione sportiva 2021/22, una iniziativa che porta con sè anche un premio al vincitore e di questo ringraziamo la partnership con il B&B e ristorante "DA KICO" di Assago, una location elegante a poche centinaia di metri dal nostro centro sportivo: al vincitore una cena per 2 persone nel ristorante Da Kico.
Partita dopo partita si giudicavano i migliori dei 90 minuti che ottenevano un punteggio che si è sommato per tutto il campionato, è corretto quindi ricordare che chi ha avuto intoppi lungo il percorso giocando meno (vedi Sorrenti, vedi Putignano, vedi Rossi per citarne alcuni) ha avuto meno occasioni per incrementare il proprio score.
Ma un vincitore c'è e senza dubbio meritato: è Simone Bandini, 25 presenze, 8 gol e ben 9 assist per lui, secondo è Nicolò Schiavoni che idealmente possiamo considerare quindi il miglior under visto che è classe 2002, e terzo sul podio è bomber Alessandro Iacuaniello con le sue 22 reti.

Parola al MVP stagione 2021/22 SIMONE BANDINI
"Non posso che essere contento di questo riconoscimento perchè sono riuscito a dimostrare di essere un giocatore importante per la categoria, visto anche il campionato di vertice che abbiamo fatto. Per me è doppiamente importante perchè prima di quest'anno non ero mai riuscito ad esprimermi al mio vero livello e ne ero dispiaciuto perchè voglio sempre spingermi al massimo. E' stata una bella iniziativa questa, ha introdotto anche una sorta di sana competizione nel gruppo che ci ha spronati a fare il massimo durante le partite: sicuramente da rifare anche nei prossimi anni".

Hai già un'idea con chi andrai a gustarti una fantastica cena al ristorante Da Kico?
"Assolutamente, ci andrò con la mia ragazza che mi sopporta e mi supporta tutti i giorni"

Quando si riceve un premio, un riconoscimento, è fatale chiedere se c'è una particolare dedica
"Certo sono d'accordo e di dediche ne ho due: la dedico a mio papà che ha sempre creduto nei miei mezzi e mi ha sempre seguito con passione, e poi la dedico a Giulio Sorrenti che senza l'infortunio al crociato sarebbe stato qui con me a lottare per l'MVP: con lui la sfida è rimandata alla prossima stagione".

Grazie Simone, iscriviamo il tuo nome anche nella sezione storia del nostro sito.



Fonte: Antonio Cucci (Ufficio Stampa)

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie